Vediamo di conciliare due esigenze fondamentali: la pulizia e la sicurezza della casa!

La scorsa settimana ci siamo divertiti con il robottino della nostra amica Elena e il suo impianto di allarme!

Abbiamo scoperto che il suo caro “maggiordomo” che utilizza per pulire il pavimento, lo aveva, infatti,  fatto impazzire! E’ possibile?

Decisamente sì! Se avete anche voi un robottino aspirapolvere, di quelli che da soli girano per la casa quando siete via al lavoro per pulire il pavimento, potreste imbattervi nello stesso problema di Elena.

Elena prima di andare al lavoro, alla mattina, ha inserito l’allarme con i rivelatori di movimento attivati. Alle 10,30 del mattino è scattato l’allarme che l’ha fatta correre impaurita a casa, avvisando anche il fratello facendolo arrivare affannato per controllare che non ci fosse nessuno. Avevano perfino pensato di chiamare (inutilmente) i carabinieri che una volta sul posto, prima si sarebbero fatti una risata seguita poi, sicuramente, da una bella ramanzina.

Arrivati a casa, dopo aver osservato dall’esterno che tutto era chiuso, sono entrati e hanno scoperto che era solo il robottino, azionato quella mattina, che stava facendo il suo lavoro di pulizia.

E’ seguita prima  una bella risata liberatoria, dopo aver avuto il cuore in gola, e poi una giustificata maledizione al povero “maggiordomo”.

A quel punto ci hanno chiamato e abbiamo trovato la soluzione risolvendo il problema.

Se anche voi avete il robottino aspirapolvere, dovete verificare quando è in funzione, se la spia generalmente rossa o blu sul sensore rivelatore di movimento dell’ impianto di allarme si accende. Se cosi fosse, vuol dire che potrebbe accadere come ad Elena che quando inserite l’allarme suoni per un falso furto dovuto al movimento del vostro “domestico”.

Una soluzione però c’è: si possono inserire solo i sensori perimetrali, se presenti, cioè quei sensori che permettono di attivare solo l’allarme delle porte, finestre e tapparelle, senza i rivelatori di movimento. Oppure potete chiamarci tranquillamente per sostituire i rivelatori di movimento esistenti, con dei rivelatori cosi detti Pet-immune, cioè i sensori che vengono utilizzati quando si hanno animali in casa. Infatti questi sensori hanno la caratteristica di non rivelare i movimenti sotto una certa altezza dal pavimento e quindi non vedono il robot aspirapolvere.

Potete cosi andare felici a fare una passeggiata finché il vostro “Ambrogio” si dedica alle vostre pulizie… in tutta sicurezza!